Bruxismo: sintomi, cause e fattori di rischio

Questa è una condizione in cui stringi, digrigni o digrigni i denti. Quando si ha il bruxismo si stringono inconsciamente i denti durante il giorno o si possono stringere durante la notte (questa condizione è nota come bruxismo notturno). Questo tipo di bruxismo è un disturbo collegato ai disturbi del sonno. Le persone che soffrono di bruxismo notturno nella maggior parte dei casi soffrono di altri disturbi del sonno come l’apnea notturna (che significa pause nella respirazione) e il russare [1]. Se hai un bruxismo lieve, allora questo grado di bruxismo può essere curato senza cure mediche. Ma ci sono molti casi in cui questo disturbo crea problemi maggiori nei pazienti che soffrono di bruxismo come denti danneggiati, disturbi della mascella, mal di testa e altri problemi di salute. Forse, soffri di bruxismo notturno e ti trovi in ​​una situazione in cui non sai di avere il bruxismo notturno. Questo è un motivo per cui dovresti andare spesso dal tuo dentista e sottoporti a regolari cure odontoiatriche.

Segni e sintomi del bruxismo

Ecco alcuni segni e sintomi di questo disturbo:

  • Dolore che sembra un mal d’orecchi (questo non è un problema con le orecchie)
  • Senti una maggiore sensibilità dei denti
  • Hai delle rientranze sulla lingua
  • Serraggio o digrignamento dei denti, che può essere abbastanza forte da svegliare il tuo compagno di sonno
  • Dolore al viso, dolore alla mascella e dolore al viso
  • Denti scheggiati, allentati, fratturati e appiattiti
  • Danni causati dalla masticazione all’interno della guancia
  • Smalto dei denti consumato che espone lo strato più profondo del dente
  • Muscoli mascellari tesi o stanchi
  • Cefalea sorda originaria delle tempie

Quando vedere un dottore? Se avverti alcuni dei segni e dei sintomi menzionati, dovresti consultare il medico. Se hai figli e vedi che tuo figlio sta digrignando i denti, allora dovresti visitare il tuo dentista (o se il bambino ha il suo dentista, allora visitalo). Parla con lui o lei del tuo problema o del problema con i tuoi figli. Dovresti essere preparato per la tua visita. Su un foglio puoi scrivere dei tuoi sintomi. Informi il medico se ha sofferto di bruxismo in passato. Se hai preso alcuni farmaci per il tuo problema, dovresti dirlo al tuo medico. Dovresti anche dire al tuo medico se hai avuto alcune malattie o disturbi in passato. Non dovresti vergognarti di fare qualsiasi tipo di domanda. Il tuo medico può farti alcune delle seguenti domande:

  • Quando sono iniziati i tuoi sintomi?
  • Da quanto tempo senti i tuoi sintomi?
  • Senti questi sintomi durante il giorno o durante la notte?
  • Hai preso dei farmaci per la tua condizione?
  • Se la tua risposta è sì, allora hanno migliorato o peggiorato la tua condizione?

Cause del bruxismo

La ragione giusta per questo disturbo non è nota. Ci sono molte cause fisiche e psicologiche che possono essere una ragione per questo disturbo come

  • Un’abitudine di focalizzazione o una strategia di coping
  • Reflusso acido dello stomaco nell’esofago
  • Disturbi del sonno come l’apnea notturna
  • Emozioni come tensione, stress, ansia, rabbia e frustrazione
  • Allineamento anormale dei denti superiori e inferiori (noto come malocclusione)
  • Tipo di personalità iperattiva, competitiva o aggressiva
  • Risposta al dolore da dentizione (nei bambini) o mal d’orecchi
  • Complicanza derivante da un disturbo come il morbo di Parkinson o la malattia di Huntington [2]
  • Un effetto collaterale non comune di alcuni farmaci usati per le persone che hanno problemi psichiatrici come le fenotiazine o alcuni antidepressivi [3]

Fattori di rischio: Ecco i fattori di rischio che aumentano il rischio di avere questo disturbo:

  • Età : quando i bambini sono nei loro primi anni, hanno maggiori possibilità di avere il bruxismo. Ma nella maggior parte dei casi questo disturbo scompare dopo aver completato 10 anni.
  • Stress : se hai aumentato la rabbia, lo stress, la frustrazione e l’ansia, allora hai maggiori possibilità di contrarre il bruxismo perché queste situazioni portano al digrignamento dei denti. [4]
  • Sostanze stimolanti : le persone che fumano tabacco, che bevono bevande contenenti caffeina o che bevono alcolici hanno maggiori possibilità di contrarre il bruxismo. Anche le persone che assumono droghe illegali come l’ecstasy e la metanfetamina rischiano di contrarre questo problema. [5]
  • Tipo di personalità : le persone competitive, iperattive o aggressive hanno maggiori possibilità di contrarre il bruxismo.

Riferimenti:

[1] Suni E. Il legame tra apnea notturna e digrignamento dei denti. Fondazione del sonno. 2020. Estratto da www.sleepfoundation.org

[2] Verhoeff MC, Lobbezoo F, Wetselaar P, et al. Malattia di Parkinson, disordini temporomandibolari e bruxismo: uno studio pilota. Giornale di riabilitazione orale. 2018;45(11):854-63.

[3] Reyad AA, Girgis E, Ayoub A, et al. Bruxismo e farmaci psicotropi. Progressi in Neurologia e Psichiatria. 2020;24(1):31-5.

[4] Smardz J, Martynowicz H, Wojakowska A, et al. Correlazione tra bruxismo del sonno, stress e depressione: uno studio polisonnografico. Giornale di medicina clinica. 2019;8(9):1344.

[5] Rintakoski K, Ahlberg J, Hublin C, et al. Uso del tabacco e bruxismo segnalato nei giovani adulti: uno studio di coorte gemellare finlandese a livello nazionale. Ricerca sulla nicotina e sul tabacco. 2010;12(6):679–83.

Susanna

Scrittrice e blogger, per lavoro e per passione. #Live, #Love & #Write