Coaguli di sangue – Cause, sintomi e fattori di rischio

Ci sono molte persone in tutto il mondo che hanno un coagulo di sangue nelle vene. Questa è una condizione medica fatale nota anche come tromboembolia venosa (TEV). Questo tipo di malattia è un nome comune per due tipi di condizioni. Il primo è la trombosi venosa profonda (TVP) che è un coagulo di sangue che si forma nelle vene profonde del nostro corpo. Di solito questo tipo di coagulo di sangue si verifica sulle gambe. Il secondo è l’embolia polmonare che è un coagulo di sangue che si sta formando nei vasi sanguigni che portano il sangue dal nostro cuore ai nostri polmoni. Questa è una malattia grave ma anche questa malattia può essere evitata. Dovresti sempre essere consapevole che se hai alcuni sintomi di questo tipo di malattia, allora dovresti prendere misure preventive. Quando hai un taglio o una ferita, allora il sangue si coagulasono utili per la tua situazione perché ferma l’emorragia. Ogni singola persona può essere colpita da questa malattia. Le persone che non godono di una buona salute e che non possono muoversi hanno maggiori possibilità di sviluppare coaguli di sangue. Questa condizione sta accadendo ai vasi sanguigni delle vene e delle arterie. Hanno una forma simile a una massa di gel che è formata da fibrina e piastrine che si trovano nel sangue e sono responsabili dell’arresto del sanguinamento. Quando hai un coagulo di sangue nelle arterie o nelle vene, questo è un motivo per cui dovresti essere preoccupato perché il tuo flusso sanguigno è diminuito. Ci sono molte malattie e fattori di rischio che stanno portando a questa condizione. [1]

Cause di coaguli di sangue

Ecco le cause di questa condizione:

  • Gravidanza [2]
  • Fumare [3]
  • Disturbi ereditari dell’abbigliamento del sangue
  • Alcuni farmaci in cui possiamo includere le pillole anticoncezionali
  • Immobilità prolungata [4]
  • Condizioni cardiache come disturbi del ritmo cardiaco e fibrillazione atriale [5]
  • Alcuni tipi di interventi chirurgici, in particolare le procedure ortopediche, quando vengono posizionati gessi o stecche e il paziente è immobile

Sintomi di coaguli di sangue

I sintomi di questa malattia dipendono dalla posizione in cui si trovano i coaguli di sangue. Ci sono alcuni coaguli di sangue che non producono sintomi. Stanno producendo sintomi quando si dislocano o si rompono. Quindi, viaggiano attraverso il sistema circolatorio in altre parti del corpo.

  • I sintomi del coagulo di sangue nell’embolia polmonare (nel polmone) sono polso e respirazione rapidi, mancanza di respiro e dolore toracico.
  • I sintomi del coagulo di sangue nella TVP – trombosi venosa profonda (nelle gambe) sono gonfiore, dolore e arrossamento.
  • I sintomi di un coagulo di sangue in un’arteria che irrora l’intestino (nell’ischemia mesenterica) sono sangue nelle feci, dolore addominale e nausea.
  • I sintomi del coagulo di sangue arterioso nelle gambe sono dolorosi. Quando i pazienti hanno questo tipo di coagulo di sangue, le loro gambe sono pallide e fredde.
  • I sintomi di un coagulo di sangue in un’arteria del cervello (di un ictus) sono debolezza di un lato del corpo, perdita della vista e perdita della parola.
  • I sintomi di un coagulo di sangue in un’arteria coronaria (un attacco di cuore) sono mancanza di respiro, sudorazione, nausea, dolore toracico e indigestione.

Se senti alcuni dei sintomi menzionati, allora devi visitare il tuo medico. Lui o lei farà un test fisico e anamnestico che ti mostrerà qual è la vera causa della tua condizione. Dovresti evitare di fumare se non vuoi avere coaguli di sangue. Inoltre dovresti avere livelli normali di pressione sanguigna e colesterolo. Ci sono alcuni casi in cui il coagulo di sangue è una malattia grave e deve essere visto dai medici. In questo caso le persone hanno questa malattia per tutta la vita. Se hai attacchi di cuore o ictus, allora hai un serio coagulo di sangue nel tuo corpo. La percentuale di persone affette da coaguli di sangue aumenta ogni anno, quindi questo è un motivo per cui dovresti cercare la tua salute.

Fattori di rischio per la formazione di coaguli di sangue: il rischio di formazione di coaguli di sangue è aumentato

  • Se sei disidratato
  • Se hai più di 60 anni [6]
  • Se hai il cancro o hai un trattamento per il cancro
  • Se sei obeso o in sovrappeso
  • Se sei incinta o hai partorito di recente [2]
  • Se hai avuto coaguli di sangue prima
  • Se si sta assumendo una terapia ormonale sostitutiva (HRT) [7]
  • Se soffre di una condizione che causa la coagulazione del sangue più facilmente rispetto alla normale coagulazione del sangue, come la sindrome da anticorpi antifosfolipidi

Riferimenti:

[1] Notizie dell’American Heart Association. I pericolosi coaguli di sangue possono essere l’ultimo rischio del colesterolo “cattivo”. 2019. Estratto da www.heart.org/en/news/2019/05/14/dangerous-blood-clots-may-be-the-latest-risk-from-bad-cholesterol

[2] Università di Nottingham. Lo studio rivela i fattori di rischio per i coaguli di sangue nelle donne in gravidanza e dopo il parto. Quotidiano della scienza. 2013. Estratto da sciencedaily.com/releases/2013/04/130402124541

[3] Associazione americana del cuore. Il fumo di narghilè può essere associato ad un aumentato rischio di coaguli di sangue. Quotidiano della scienza. 2020. Estratto da sciencedaily.com/releases/2020/01/200116080410.

[4] Organizzazione mondiale della sanità. Immobilità, problemi circolatori e trombosi venosa profonda (TVP). Estratto da http://158.232.12.119/ith/mode_of_travel/DVT/en/

[5] American Heart Association, Inc. Comprendi il tuo rischio di eccessiva coagulazione del sangue. Estratto da www.heart.org/

[6] Yayan J, Bals R. Rischio relativo di trombosi venosa profonda in pazienti molto anziani rispetto ai pazienti anziani. Trombosi/emostasi clinica e applicata. 2014. Estratto da journals.sagepub.com/doi/full/10.1177/1076029614536605

[7] BMJ. Compresse per la terapia ormonale sostitutiva associate ad un aumentato rischio di coaguli di sangue: ma non è stato riscontrato un aumento del rischio per i cerotti, i gel e le creme per la terapia ormonale sostitutiva. Quotidiano della scienza. 2019. Estratto da www.sciencedaily.com/releases/2019/01/190109184722.htm

Informazioni su Susanna 1460 articoli
Scrittrice e blogger, per lavoro e per passione. #Live, #Love & #Write