Dea diario # 10: abilita artigiani femminili indigeni, da Beshlie McKelvie

“Il mio lavoro è una fusione di tutto mi appassiona: bel design, tradizione artigianale autentico e l’empowerment delle donne emarginate è al centro della mia filosofia.”

Beshlie McKelvie è un designer davvero unico e la donna, e uno mi sento molto benedetta sapere. Vive vicino a me nel Somerset e ore insieme abbiamo speso studiando attentamente gli straordinari dipinti filato Huichol, divine scialli e infinito dalle tinte vivaci pom pon e tessuti Kulu che adornano la sua casa magica – e forniscono non solo i suoi mezzi di lavoro, ma, più essenzialmente, un mezzo dedicato e appassionati di mantenere in vita antichi mestieri autoctoni e portando queste gemme culturali e le loro storie nelle nostre vite occidentali cultura assetati. Lei ha creato la sua propria etichetta dedicata alla squisita tessuti e l’arte delle culture che ama; lei è una dinamica e creatrice coraggiosa, una mamma sorprendente e radiosa,

Ho destreggio mia vita come una mamma con il mio lavoro, dal mio studio creativo nel deserto dei boschi. Un nomade dei tempi moderni, la mia ricerca di ispirazione mi ha portato ad alcuni degli angoli più remoti del mondo. Amo viaggiare e creare nuova collezione, ognuno radicata in un percorso di ricerca antropologica.

Ogni progetto prendo è uno di amore e mi è stato appassionatamente impegnata nella empowerment delle donne e delle comunità emarginate, sforzandosi al loro fianco nella loro lotta per ottenere la libertà economica e la liberazione politica e sociale, mentre la creazione di bellissimi prodotti etici.

Lavorare con artigiane in tutto il mondo mi riempie di tanta gioia. E ‘essenziale per me essere in grado di andare alla fonte, e conoscere il processo creativo di questi mestieri tradizionali ancestrali che si estendono su tanti secoli e generazioni: mi piace guardare il blocco di legno che verrà utilizzato per stampare i miei scialli di cachemire , di sedersi con i tessitori che tintura e tessitura, a sentire il feltro dei tappeti kazaki e passare attraverso la steppa con i cacciatori aquila. Questo è quello che mi piace di condividere la vita degli artigiani e la loro cultura, incontrare le loro famiglie e li incontro il mio. E ‘questo che permette la creazione di quelle speciali e le amicizie intime che può davvero unire i progettisti ed i loro artigiani, forgiare legami che può durare una vita. E sapendo che, spero di avere un piccolo impatto positivo sulla loro vita.

Nella mia lotta per mantenere in vita queste tradizioni, ho lavorato al fianco del popolo Ottomi e Huichol del Messico le cui opere risalgono tempi pre-azteca. Fondendo folklore, canzoni, personaggi stravaganti e visioni sciamaniche, il loro lavoro è diventata il simbolo della armonia tra l’uomo e la natura, così come illuminare il cerchio della vita, la morte e l’eternità.

Naturalmente, le pratiche sostenibili sono essenziali per la mia filosofia e e lavorando con commercio equo cooperative in Perù, Nepal e altrove, posso assicurare che solo autentico e sostenibile cashmere è usato nei miei disegni, e che a sua volta le donne tessitrici incredibili avere un mezzo positivo attraverso il quale sostenere e educare se stessi e le loro famiglie.

E ‘con la più profonda gratitudine che ringrazio le generazioni di donne incredibili, passato, presente e futuro, che sono così coraggioso, saggio e così forte. Dobbiamo combattere fianco a fianco per cambiare le cose, per l’istruzione, per la pace e per fornire un futuro luminoso per le generazioni future.

Onoro i miei antenati, nonne, madri e figlie e tutti coloro che sono stati prima di noi e verranno dopo di noi. Il mio spirito si collega con il divino quando mi siedo con gli artigiani nelle loro case e workhops con le loro famiglie, i bambini e gli animali. Attraverso il mio lavoro, ho anche celebro continuamente tutte le donne straordinarie che ho incontrato e avuto la fortuna di lavorare con e si sforzano di sensibilizzare dei cambiamenti che devono avvenire e deve alzare la voce.

Ora sono in viaggio in India con mia figlia, visitando i nostri artigiani c’è una lunga e colorata avventura. Sono anche coinvolto in una collaborazione con, oltre a rappresentare, l’organizzazione della comunità no-profit con sede Sabbara, per fornire un supporto e un mezzo di vita per le donne sfollate colpite dal conflitto in corso in Siria.

Questo è un tempo per le donne d’onore ei loro diritti in tutto il mondo, per celebrare un cambiamento positivo e per ricordare coloro che non sono sentito, e quelle per le quali dobbiamo stare insieme per il futuro.

Susanna

Scrittrice e blogger, per lavoro e per passione. #Live, #Love & #Write