19 Rimedi domestici efficaci per l’eruzione della luce polimorfa

L’eruzione polimorfa della luce è un termine medico che viene utilizzato per descrivere l’avvelenamento solare. Significa che sei super sensibile ai raggi UV alla luce del sole. L’esposizione alla luce solare provoca brufoli o vesciche che compaiono sulla pelle 1 – 4 giorni dopo aver inzuppato alcuni raggi e può durare fino a due settimane. Quando hai gravi scottature solari, è probabile che ti senti davvero malato, con sintomi più drammatici, come mal di testa, brividi, febbre, vomito e nausea.

Inoltre, una brutta bruciatura può portare a infezioni della pelle che richiedono un trattamento medico. Quasi ogni singola persona ha sperimentato scottature solari, ma se la tua pelle è sensibile alla luce, ciò può accadere in meno di venti minuti al sole. Si pensa che l’eruzione polimorfa della luce sia una reazione allergica tra la luce UV – sia i raggi UVA e UVB, sia le proteine ​​della pelle. Si ritiene che fino al 15% della popolazione del Regno Unito sia colpita dall’eruzione polimorfa della luce.

È più comune nelle donne rispetto agli uomini. Di solito, inizia prima di raggiungere i 30 anni e può funzionare in famiglia. Puoi avere un’eruzione polimorfa di luce qualunque sia il tuo tipo di pelle, ma le persone che hanno la pelle chiara sono più comunemente colpite. Se soffri di eruzione leggera polimorfa, devi parlare con il tuo medico prima di iniziare a utilizzare alcuni dei rimedi domestici di seguito indicati.

Rimedi domestici all’eruzione polimorfa della luce

Estratto di tè verde: questa cura naturale ha alti livelli di sostanze chiamate polifenoli. Sono potenti antiossidanti. Inoltre, si ritiene che il tè verde possa aiutare a proteggere la pelle dai danni del sole quando viene applicato direttamente sulla pelle. Si pensa che questo rimedio domestico funzioni proteggendo le cellule da alcuni dei danni causati dalla luce UV, piuttosto che bloccandolo fisicamente.

Luteina: questa è una sostanza che si trova nelle verdure verdi. È un antiossidante. Molti professionisti della salute naturale credono che sia un tipo di crema solare naturale. Ci sono alcuni studi in cui si dice che la luteina può aiutare a proteggere dai danni della pelle indotti dai raggi UV.

Vitamina D: se si verifica un’eruzione polimorfa di luce, è necessario evitare la luce solare in determinati periodi dell’anno per evitare sintomi. Ma questo può renderti sensibile ai livelli più bassi di vitamina D perché la fonte principale di vitamina D è la luce solare. La pelle produce vitamina D in seguito all’esposizione ai raggi UV.

Se stai evitando il sole per evitare i sintomi dell’eruzione della luce polimorfa, allora dovresti assumere integratori di vitamina D. Questa vitamina è necessaria per la salute delle ossa; infiammazione ridotta; ridotto rischio di asma e allergie; ridotto rischio di infarto e ictus. Inoltre, dovresti mangiare più alimenti che contengono vitamina D, tra cui latte, uova, pesce azzurro e cibi arricchiti (come colazione e cereali).

Camomilla: questa erba è comunemente presa come tè. È stato tradizionalmente usato nella medicina per problemi di pelle, ma non ci sono abbastanza studi per dimostrare che questo rimedio casalingo può essere usato come trattamento per l’eruzione della luce polimorfa. Devi chiedere al tuo medico se puoi usarlo per il tuo trattamento naturale di questa condizione. Se sei allergico a questa pianta, dovresti evitarlo. Prestare attenzione in caso di gravidanza o allattamento.

Coprire: dovresti indossare un cappello e occhiali da sole; camicia e pantaloni a maniche lunghe e dovresti coprire il più possibile la pelle esposta. È noto che l’abbigliamento più scuro e più spesso offre una produzione migliore rispetto agli indumenti più sottili e di colore più chiaro. Se le eruzioni cutanee causate dall’eruzione della luce polimorfa sono comuni sulle tue mani, allora dovresti indossare i guanti durante la guida durante il giorno.

Vitamina C: questa vitamina è antiossidante. Può aiutare nel trattamento dell’eruzione polimorfa della luce, ma ci sono alcuni studi che sono controversi, quindi dovresti parlare con il tuo medico se puoi usarlo come rimedio a casa.

Aloe Vera: puoi usare l’Aloe Vera come rimedio casalingo per l’eruzione della luce polimorfa perché può aiutare a lenire la pelle. Dovresti applicarlo localmente sulle aree interessate.

Olio di pesce: questa cura naturale ha proprietà antinfiammatorie, il che significa che può aiutare a ridurre al minimo l’infiammazione. Si consiglia l’assunzione di 2-3 grammi di olio di pesce al giorno.

Usa la crema solare per l’esposizione al sole: dovresti applicare la crema solare liberamente su collo, orecchie, naso, viso e anche schiena, spalle e petto se sono esposti.

Calendula: ci sono alcuni studi in cui si dice che gli estratti di calendula possono aiutare a ridurre l’infiammazione della pelle. Puoi usarlo come rimedio casalingo per l’eruzione della luce polimorfa, ma parla con il tuo medico prima di iniziare a usarlo in modo che ti parlerà del dosaggio raccomandato e se è adatto a te.

Cipolla: ci sono alcuni studi in cui si dice che l’estratto alcolico di cipolla sulla pelle può ridurre le risposte allergiche, come razzi e piaghe. Dovrebbero essere fatti molti più studi in futuro per essere sicuri che questo rimedio domestico possa essere usato per il trattamento dell’eruzione polimorfa di luce. Questo è un motivo per cui dovresti chiedere al tuo medico se dovresti usare la cipolla come rimedio domestico per l’eruzione della luce polimorfa.

Usa un impacco freddo: dovresti applicare un asciugamano inumidito con acqua di rubinetto fresca sulla pelle colpita. Inoltre, puoi fare un bel bagno.

Lascia in pace le tue vesciche: ciò significa che se vuoi accelerare la guarigione ed evitare l’infezione, dovresti lasciare intatte le vesciche. Se necessario, puoi coprire leggermente le vesciche con una garza.

Timo: nella medicina tradizionale, il timo è stato usato localmente per molti diversi disturbi infiammatori della pelle. Ci sono risultati contrastanti sulla sua efficacia sull’eruzione della luce polimorfa. Dovresti parlare con il tuo medico se pensi che il timo può aiutarti nel trattamento naturale dell’eruzione leggera polimorfa, quindi in questo modo ne sarai sicuro.

Evita l’esposizione al sole: dovresti evitare l’esposizione al sole a metà giornata quando i raggi UVB hanno la massima intensità. Ma l’intensità dei raggi UVA è relativamente invariata per tutto il giorno, quindi dovresti anche limitare l’esposizione al sole la sera. È noto che i raggi UVA possono causare eruzioni luminose polimorfe.

Dovresti evitare l’esposizione al sole attraverso le finestre perché i raggi UVA sono in grado di penetrare nel vetro. Dovresti essere consapevole che anche all’ombra o sotto un ombrello, le superfici circostanti possono ancora riflettere la luce ed esporre indirettamente la tua pelle scoperta ad alcuni raggi UV. Dovresti essere sicuro di assumere tutta la vitamina D di cui hai bisogno dalla tua dieta e dai supplementi se è necessario.

Antocianidine: questi sono potenti antiossidanti che si trovano nei pigmenti di frutta scura e dai colori intensi, come uva rossa, lamponi, more e mirtilli. Si raccomanda spesso di aumentare l’integrità dei vasi sanguigni perché si ritiene che aiuti a riparare il collagene nella parete dei vasi sanguigni e nei capillari.

Beta- carotene: ci sono alcuni studi in cui si dice che il trattamento dell’eruzione polimorfa della luce con beta-carotene possa essere efficace. Queste persone sono state trattate per via orale con beta – carotene. Questa cura naturale viene utilizzata principalmente nei pazienti che presentano eruzione leggera polimorfa o prurigo attinico. Le persone sensibili al sole dovrebbero assumere 25 mg di beta-carotene su base giornaliera. Dovrebbe essere preso per via orale.

Indurimento o indurimento: puoi aumentare la resistenza della tua pelle a casa. Questo è noto come “indurimento”. Implica uscire per brevi periodi in primavera per costruire la tua resistenza. In primo luogo, dovresti uscire per un breve periodo e quindi puoi aumentare gradualmente il tempo a lungo. Dovresti stare attento a non esagerare. Inizierai a capire di più su quanta luce innesca la tua eruzione cutanea e sarai in grado di giudicare per quanto tempo dovresti stare fuori. Gli effetti dell’indurimento si perdono in inverno, quindi dovrai aumentare la resistenza contro in primavera.

Desensibilizzazione o trattamento UV: ci sono alcuni casi in cui è possibile aumentare la resistenza della pelle al sole. Ciò comporta la visita di un dipartimento di dermatologia ospedaliera tre volte alla settimana in un periodo di 4-6 settimane in primavera. La tua pelle viene gradualmente esposta a un po ‘più di luce UV ad ogni visita, quindi in questo modo i medici stanno cercando di costruire la resistenza della pelle. Gli effetti di questo processo si perdono in inverno, quindi dovresti aumentare di nuovo la resistenza in primavera.

 Riferimenti:

Eruzione polimorfa di luce. https://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/polymorphous-light-eruption/symptoms-causes/syc-20355868. Pubblicato il 9 marzo 2018

Eruzione polimorfa di luce. https://medlineplus.gov/ency/article/001477.htm. Pubblicato il 14 aprile 2017

Eruzione di luce polimorfa. https://emedicine.medscape.com/article/1119686-overview. Pubblicato il 22 maggio 2018

Eruzione di luce polimorfa. https://www.dovemed.com/diseases-conditions/polymorphous-light-eruption/. Pubblicato il 12 gennaio 2016

Susanna

Scrittrice e blogger, per lavoro e per passione. #Live, #Love & #Write