Demenza: sintomi, cause e altri fattori di rischio

La demenza non è una malattia specifica. Demenza è un termine usato per descrivere un gruppo di sintomi che influenzano la memoria, il pensiero e le capacità sociali in modo abbastanza grave da interferire con le attività quotidiane. La demenza generalmente comporta la perdita di memoria, ma la perdita di memoria può essere causata da diverse cause. Se hai solo perdita di memoria, questo non significa che soffri di demenza. La causa più comune di demenza progressiva negli anziani è il morbo di Alzheimer, ma esistono anche molte altre cause di demenza. [1] Alcuni sintomi della demenza possono essere reversibili a seconda della causa.

Sintomi di demenza

I sintomi della demenza variano a seconda della causa, ma i segni e i sintomi più comuni della demenza sono

  1. Cambiamenti cognitivi: ecco i cambiamenti cognitivi che si verificano se soffri di demenza [2]:
  • Confusione e disorientamento
  • Difficoltà con la coordinazione e le funzioni motorie
  • Difficoltà nella pianificazione e organizzazione
  • Difficoltà nel gestire compiti complessi
  • Difficoltà di ragionamento o di risoluzione dei problemi
  • Difficoltà a comunicare o a trovare le parole
  • Perdita di memoria che di solito viene notata dal coniuge o da qualcun altro
  1. Cambiamenti psicologici: ecco i cambiamenti psicologici che si verificano se soffri di demenza [3]:
  • Allucinazioni
  • Agitazione
  • Paranoia
  • Comportamento non appropriato
  • Ansia
  • Depressione
  • La personalità cambia

Se hai notato che tu o la persona amata avete problemi di memoria o altri sintomi legati alla demenza, allora dovreste visitare il vostro medico il prima possibile. Esistono alcune condizioni mediche curabili che possono causare sintomi di demenza, quindi è molto importante che il medico scopra la condizione di base.

Cause: questa condizione comporta il danno alle cellule nervose che può verificarsi in diverse aree del cervello. Questa condizione colpisce le persone in modo diverso, a seconda dell’area del cervello interessata. Le persone che soffrono di questa condizione sono spesso raggruppate in base a ciò che hanno in comune, che dipende dalle parti del cervello interessate o se soffrono di demenza progressiva (i sintomi peggiorano nel tempo). Alcune demenze causate da carenze vitaminiche o da una reazione ai farmaci potrebbero migliorare con il trattamento.

Tipi di demenza

  1. Demenze progressive: ecco i tipi di demenza progressiva che non sono reversibili:
  • Demenza frontotemporale: questo è un gruppo di malattie caratterizzate dalla degenerazione (rottura) delle cellule nervose nei lobi frontali e temporali del cervello. Queste aree sono generalmente associate al linguaggio, al comportamento e alla personalità. La causa di questa condizione non è nota. [4]
  • Demenza da corpi di Lewy: i corpi di Lewy sono grumi anomali di proteine ​​che sono stati trovati nel cervello di persone affette da morbo di Parkinson, morbo di Alzheimer e demenza da corpi di Lewy. Questo è uno dei tipi più comuni di demenza progressiva. [5]
  • Demenza vascolare: è il secondo tipo di demenza più comune dopo il morbo di Alzheimer. Questo tipo di demenza si verifica a causa di un danno ai vasi che forniscono il sangue al cervello. I problemi ai vasi sanguigni possono essere causati da un ictus o da altre condizioni dei vasi sanguigni. [6]
  • Morbo di Alzheimer: la prima causa più comune di demenza nelle persone di età pari o superiore a 65 anni. La causa di questa condizione non è nota. Grovigli e placche si trovano spesso nel cervello delle persone che soffrono del morbo di Alzheimer . I grovigli sono grovigli fibrosi costituiti da proteina tau e le placche sono grumi di una proteina chiamata beta-amiloide. Ci sono alcuni fattori genetici che aumentano il rischio di contrarre questa condizione. [1,6]
  • Demenza mista: sono stati condotti studi autoptici sul cervello di persone di età pari o superiore a 80 anni affette da demenza e in questi studi è stato dimostrato che molti di loro hanno una combinazione di demenza a corpi di Lewy, demenza vascolare e demenza di Alzheimer. Dovrebbero essere fatti molti più studi in questo articolo perché mostreranno come la demenza mista influenza i sintomi e i trattamenti. [7]

  1. Altri disturbi legati alla demenza:
  • morbo di Parkinson
  • Malattia di Creutzfeldt-Jakob
  • Trauma cranico
  • malattia di Huntington
  1. Condizioni simili alla demenza che possono essere invertite:
  • tumori al cervello
  • normale – idrocefalo pressorio
  • avvelenamento
  • anossia
  • ematomi subdurali
  • reazioni ai farmaci
  • carenze nutrizionali
  • problemi metabolici e anomalie endocrine
  • infezioni e disturbi immunitari

 

Riferimenti:

[1] Khachaturian ZS, et al. Obiettivi strategici e tabella di marcia per la prevenzione della demenza attraverso la prevenzione dell’ictus. Alzheimer e demenza. 2019;15:865-9.

[2] MurmanDL. L’impatto dell’età sulla cognizione. Seminari sull’udito. 2015;36(3):111–21.

[3] Hooker K, Bowman SR, Coehlo DP, et al. Cambiamento comportamentale nelle persone con demenza: rapporti con la salute mentale e fisica dei caregiver. I diari di gerontologia: serie B. 2002;57(5):453-60.

[4] Istituto Nazionale dei Disturbi Neurologici e dell’Ictus. Focus sulla demenza frontotemporale (FTD). Estratto da www.ninds.nih.gov/Current-Research/Focus-Disorders/Alzheimers-Related-Dementias/Focus-Frontotemporal-Dementia-FTD

[5] Outeiro TF, Koss DJ, Erskine D, et al. Demenza a corpi di Lewy: aggiornamento e prospettive. Neurodegenerazione molecolare. 2019;14:5.

[6] Rizzi L, Rosset I, Roriz-Cruz M. Epidemiologia globale della demenza: Alzheimer e tipi vascolari. BioMed Ricerca Internazionale. 2014.

[7] Associazione Alzheimer. Demenza mista. Estratto da www.alz.org/media/documents/alzheimers-demenza-mixed-demenza-ts.pdf

Informazioni su Susanna 1460 articoli
Scrittrice e blogger, per lavoro e per passione. #Live, #Love & #Write