Squilibrio elettrolitico: tipi, sintomi e cause

 Uno squilibrio elettrolitico si verifica quando i livelli di elettroliti nel corpo sono troppo bassi o troppo alti. Gli elettroliti sono elementi e composti presenti in natura nei nostri corpi. La loro funzione è controllare importanti funzioni fisiologiche. Esempi di elettroliti includono: sodio; potassio; fosfato; magnesio; cloruro e calcio. Queste sostanze sono presenti nelle urine, nei liquidi corporei e nel sangue. Inoltre, vengono ingeriti con cibi, bevande e integratori. È noto che gli elettroliti devono essere mantenuti in un equilibrio uniforme affinché il corpo funzioni correttamente perché se non sono in equilibrio, i sistemi vitali del corpo possono essere influenzati. Gravi squilibri elettrolitici possono portare a gravi problemi, come arresto cardiaco, convulsioni e coma.

Contenuti

  • 1 sintomi:
  • 2 cause:
  • 3 tipi:
    • 3.1 Sodio:
    • 3.2 Potassio:
    • 3.3 Fosfato:
    • 3.4 Magnesio:
    • 3.5 Cloruro:
    • 3.6 Calcio:

Sintomi:

Dovresti sapere che forme lievi di  squilibrio elettrolitico non causano sintomi. Questi disturbi possono non essere rilevati fino a quando non vengono scoperti durante un esame del sangue di routine. Di solito, i sintomi iniziano ad apparire quando un particolare disturbo diventa più grave. È noto che non tutti gli  squilibri elettrolitici causano gli stessi sintomi ma condividono molti sintomi simili. I sintomi più comuni di  squilibrio elettroliticoincludere intorpidimento e formicolio; mal di testa; confusione; irritabilità; crampi muscolari; debolezza muscolare; crampi addominali; diarrea o costipazione; vomito; nausea; convulsioni o convulsioni; letargia; fatica; battito cardiaco accelerato; battito cardiaco irregolare. Dovresti chiamare immediatamente il medico se avverti alcuni dei sintomi menzionati e se sospetti di avere uno squilibrio elettrolitico. Se lo  squilibrio elettrolitico non viene trattato, può diventare una condizione potenzialmente letale.

cause:

Molto spesso lo squilibrio elettrolitico è causato da una perdita di liquidi corporei dovuta a sudorazione prolungata, diarrea o vomito. Inoltre, possono verificarsi a causa della perdita di liquidi correlata alle ustioni. Ci sono alcuni casi in cui uno squilibrio elettrolitico può essere causato da alcuni farmaci. Inoltre, ci sono alcuni casi in cui le malattie sottostanti possono portare a uno squilibrio elettrolitico. La causa esatta dello squilibrio elettrolitico può variare a seconda del tipo specifico di disturbo elettrolitico.

tipi:

I livelli esauriti di un elettrolita sono indicati con “ipo”, mentre i livelli elevati di un elettrolita sono indicati con il prefisso “iper-“. Alcune condizioni causate da  uno squilibrio elettrolitico includono:

  • Sodio:

ipernatriemia e iponatriemia. Questo minerale è necessario per mantenere l’equilibrio dei fluidi ed è fondamentale per la normale funzione corporea. L’ipnatremia si verifica quando c’è troppo sodio nel sangue e può accadere a causa di una grave disidratazione; consumo inadeguato di acqua, ecc. L’iponatriemia si verifica quando si ha troppo poco sodio e può verificarsi a causa del disturbo da uso di alcol; vomito o diarrea; eccessiva perdita di liquidi attraverso la pelle da sudorazione o ustioni, ecc.

  • Potassio:

iperkaliemia e ipopotassiemia. Questo è un elettrolita importante per regolare la funzione cardiaca. L’hypekalemia è quando si hanno alti livelli di potassio e può essere innescato da insufficienza renale; grave disidratazione; alcuni farmaci, tra cui alcuni farmaci per la pressione sanguigna e diuretici, ecc. L’ipopotassiemia si verifica quando i livelli di potassio sono troppo bassi e può verificarsi a causa della disidratazione; problemi alimentari; vomito o diarrea grave, ecc.

  • Fosfato:

iperfosfatemia o ipofosfatemia. Intestino, ossa e reni lavorano per bilanciare i livelli di fosfato nel corpo. L’iperfosfatemia può verificarsi a causa di gravi lesioni muscolari; malattia renale cronica; uso eccessivo di lassativi contenenti fosfati, ecc. L’ipofosfatemia può essere vista nella fame; abuso acuto di alcol; Carenza di vitamina D; gravi ustioni, ecc.

  • Magnesio:

ipermagnesemia e ipomagnesemia. Questo è un minerale importante per il controllo della funzione nervosa, del ritmo cardiaco e della contrazione muscolare. Ipermagnesemia significa che hai una quantità eccessiva di magnesio e può essere causata dalla malattia renale allo stadio terminale e dalla malattia di Addison. L’ipomagnesemia significa che hai troppo poco magnesio nel tuo corpo e può essere causato da un’eccessiva sudorazione; disturbo da uso di alcol; alcuni farmaci, tra cui alcuni diuretici e antibiotici; malassorbimento, ecc.

  • Cloruro:

ipercloremia e ipocloremia. Questo elettrolita è importante per mantenere il corretto equilibrio dei fluidi corporei. L’ipercloremia si verifica quando c’è troppo cloruro nel corpo e può essere causata da dialisi, insufficienza renale e grave disidratazione. L’ipocloremia si verifica quando c’è troppo poco cloruro nel corpo e può essere causata da un danno renale acuto; punture di scorpione; disturbo alimentare, come l’anoressia; fibrosi cistica.

  • Calcio:

ipercalcemia e ipocalcemia. Il calcio è un minerale molto importante che l’organismo utilizza per stabilizzare la pressione sanguigna e controllare la contrazione dei muscoli scheletrici. L’ipercaliemia si verifica quando si ha troppo calcio nel sangue e può essere causato da disturbi alla tiroide; nefropatia; iperparatiroidismo; malattie polmonari, come la tubercolosi o la sarcoidosi, ecc. L’ipocaliemia è una mancanza di calcio adeguato nel flusso sanguigno e può essere causata da malassorbimento; Carenza di vitamina D; insufficienza renale, ecc.

Susanna

Scrittrice e blogger, per lavoro e per passione. #Live, #Love & #Write