Trattamento naturale e rimedi casalinghi per l’epatite C.

L’epatite C è un’infezione causata dal virus dell’epatite C. È una condizione permanente che può portare a gravi problemi. Quando il virus dell’epatite C infetta la persona, la persona interessata può manifestare sintomi di epatite C, causati da un fegato infiammato. Dovresti sapere che il virus dell’epatite C non attacca il sistema immunitario. Questo virus provoca una risposta infiammatoria all’interno del fegato.

Ci sono alcuni casi in cui le persone sono in grado di combattere questo virus mentre è in fase acuta. Ci sono alcuni studi in cui si nota che il 75-85% delle persone infette da epatite C progredisce verso un’infezione cronica che persiste per più di 6 mesi [1]. L’epatite C cronica provoca minuscole cicatrici nel fegato che disabilitano la corretta funzionalità epatica. L’epatite cronica C provoca infiammazione e cicatrici del fegato e può causare gravi problemi di salute, come cancro al fegato, insufficienza epatica, cirrosi e morte.

I sintomi più comuni dell’epatite C includono confusione; prurito della pelle; occhi e pelle ingialliti; perdita di peso; perdita di appetito; mal di stomaco; gonfiore della pancia; urina di colore scuro; muscoli doloranti; dolori articolari; gonfiore alle gambe; vomito; nausea; diarrea; febbre; lividi facilmente; impiegando più tempo a fermare l’emorragia; fatica. Le cause e i fattori di rischio più comuni per l’epatite C sono il parto; essere nato tra il 1945 e il 1965; attività sessuale; uso di droghe [2]. Se soffri di epatite C, devi parlare con il tuo medico prima di iniziare a utilizzare alcuni dei rimedi domestici di seguito indicati, in questo modo eviterai gli effetti collaterali.

Contenuti

  • 1 Rimedi domestici per l’epatite C
    • 1.1 Impegnarsi in una delicata attività fisica
    • 1.2 Evitare l’uso di alcol e droghe
    • 1.3 Evitare di diventare sovrappeso
    • 1.4 Mangiare una dieta ben bilanciata
    • 1.5 Bevi del caffè
    • 1.6 Vitamina D per epatite C
    • 1.7 Olio di semi neri per l’epatite C
    • 1.8 Probiotici
    • 1.9 Zinco per epatite C
    • 1.10 Cardo mariano per epatite C
    • 1.11 Agopuntura

Rimedi domestici per l’epatite C

Impegnarsi in una delicata attività fisica

Se fai esercizi delicati per tutta la settimana, può aiutarti a ottenere sollievo da alcuni sintomi dell’epatite C, come bassa energia e stanchezza. Tai chi, qigong, pilates e yoga sono alcune grandi forme di esercizi delicati. Inoltre, la passeggiata all’esterno può essere utile aiutandoti ad aumentare i livelli di energia e ad aumentare anche i livelli di vitamina D. Questi tipi di esercizi vanno a beneficio del tuo corpo, ma possono anche apportare benefici alla tua mente e al tuo spirito. Questo è molto importante quando si combatte contro i sintomi dell’epatite C e i problemi di salute associati. [3]

Evitare l’uso di alcol e droghe

Le persone che soffrono di epatite C dovrebbero sapere che il loro fegato non può abbattere l’alcool abbastanza rapidamente e questo può portare a infiammazione e tossicità. Inoltre, l’alcol rende più difficile per il fegato l’assorbimento dei nutrienti essenziali. Quando bevi alcolici, allora può contribuire a carenze di vitamine e minerali che peggioreranno i sintomi dell’epatite C. Inoltre, ci sono alcuni studi in cui si dice che i farmaci iniettati siano una delle principali cause di epatite C [2]. Se sei già infetto dall’epatite C, puoi diffonderlo ad altri se continui a usarlo. Inoltre, stai danneggiando il tuo corpo e il tuo spirito con questi farmaci che possono aumentare le tue possibilità di diventare un’altra morte di disperazione. Dovresti smettere di bere alcolici e usare droghe il più presto possibile perché questo può aiutarti a salvarti la vita.

Evita di diventare sovrappeso

Dovresti mantenere un peso sano e, soprattutto, evitare di portare un eccesso di peso sull’addome. Il grasso in eccesso sull’addome si insinua nel fegato e ne compromette la funzione. Il grasso all’interno del fegato può peggiorare l’infiammazione e può favorire la fibrosi nel fegato.

Segui una dieta equilibrata

I sintomi più comuni dell’epatite C sono la perdita di appetito e la perdita di peso. È molto importante che le persone che soffrono di epatite C seguano una dieta sana ed equilibrata al fine di garantire loro l’assunzione delle vitamine e dei minerali essenziali. Se stai riscontrando problemi digestivi o hai problemi a mangiare, allora dovresti seguire piccoli e semplici pasti e acqua durante il giorno. Dovresti mangiare molta frutta e verdura fresca, cibi ricchi di fibre che aiutano a regolare la digestione e grassi sani (come avocado e olio di cocco). Inoltre, dovresti consumare cibi probiotici perché sono benefici per la tua salute. Puoi consumare alimenti che possono aiutare a purificare il fegato in modo che funzioni correttamente, come fegato da bovini biologici e alimentati con erba, radice di zenzero, banane e patate dolci. Dovresti stare lontano dai carboidrati e zuccheri raffinati, dagli alimenti trasformati e dalle bevande zuccherate perché possono danneggiare ulteriormente il tuo fegato. [4]

Bevi del caffè

Ci sono alcuni studi in cui si dice che il consumo regolare di caffè sia associato a tassi più bassi di fibrosi epatica nelle persone che soffrono di epatite C [5]. Dovresti chiedere al tuo medico se dovresti bere caffè in modo da sapere che non avrà effetti collaterali per te.

Vitamina D per epatite C.

Ci sono alcuni studi in cui si dice che la carenza di vitamina D è molto comune per le persone che soffrono di epatite C perché questa vitamina deve essere immagazzinata nel fegato e nei tessuti adiposi. Dovresti assumere abbastanza vitamina D perché può aiutare a migliorare la funzione del sistema immunitario, migliorare l’umore e la concentrazione e può aiutare nella lotta contro il diabete che è molto comune per le persone che soffrono di epatite C. Ci sono alcuni studi in cui viene dimostrato che l’assunzione di integratori di vitamina D insieme ai farmaci per l’epatite C può avere effetti positivi aiutando ad aumentare i livelli di vitamina D. [6]

Olio di semi nero per epatite C

L’olio di semi neri può apportare benefici al fegato grazie alle sue proprietà anticancro, immunostimolanti, antinfiammatorie e antiossidanti. Il componente chiave dell’olio di semi nero è il timochinone che può proteggere il fegato dalle lesioni attraverso diversi meccanismi, come l’innalzamento dei livelli di glutatione e l’eliminazione dei radicali liberi. Ci sono alcuni studi in cui è dimostrato che l’olio di semi neri può proteggere il fegato dai danni al fegato [7]. Inoltre, l’olio di semi neri può posporre la progressione dell’epatite C.

Probiotici

Ci sono alcuni studi in cui è dimostrato che i probiotici possono aiutare a sostenere il fegato perché i batteri benefici nell’intestino possono promuovere la salute del fegato e gli consente di funzionare correttamente. Inoltre, i probiotici possono aiutare a migliorare la difesa del sistema immunitario che può aiutare a combattere la crescita eccessiva di agenti patogeni che possono portare a malattie. Se ci sono troppi batteri malsani nell’intestino, questo può avere un grave impatto sul fegato. C’è stato uno studio in cui è stato notato che la terapia probiotica può ridurre i sintomi e migliorare diversi tipi di malattie del fegato [8]. Inoltre, negli studi è stato notato che la terapia probiotica è sicura, economica e non invasiva quando viene utilizzata da pazienti con malattia epatica.

Zinco per epatite C

Questo è un minerale molto importante per la funzionalità epatica e svolge un ruolo in molteplici aspetti del sistema immunitario. Ci sono alcuni studi in cui si scopre che gli integratori di zinco possono aiutare a migliorare i sintomi dell’epatite C, tra cui perdita di capelli, perdita di peso e problemi digestivi. Inoltre, lo zinco è un potente antiossidante che può potenziare la funzione immunitaria e questo è un motivo per cui è importante per le persone che combattono il virus dell’epatite C. [9]

Cardo mariano per epatite C

Ci sono alcuni studi in cui si scopre che il cardo mariano può aiutare alcuni pazienti e può causare pochi effetti collaterali. È stato scoperto che il cardo mariano può stimolare la crescita delle cellule del fegato, ridurre l’infiammazione e proteggere le cellule del fegato dai danni e persino può avere un effetto antivirale contro il virus dell’epatite C. [10]

Argento colloidale: questa cura naturale è spesso usata come rimedio casalingo per l’epatite C. Alcune persone credono che possa aiutare a ridurre i sintomi di questo virus ma questo è inaccurato. Non ci sono studi che attualmente supportano questa teoria. La FDA afferma che l’argento colloidale non è un trattamento sicuro o efficace per qualsiasi malattia. Ci possono essere effetti collaterali dall’uso di argento colloidale, come scolorimento permanente e grigiastro della pelle e argiria. Alcune persone pensano che l’argento colloidale non sia un trattamento sicuro per l’epatite C, quindi dovresti parlare con il tuo medico prima di iniziare a usarlo.

Agopuntura

Questa è una forma tradizionale di medicina cinese. Nell’agopuntura, aghi sottili vengono inseriti attraverso la pelle in punti specifici per stimolare la guarigione e il benessere. Di solito, è usato per trattare il dolore e la nausea. Dovresti parlare con il tuo medico se puoi usare l’agopuntura come rimedio casalingo per l’epatite C. [11]

Riferimenti:

[1] Blackard JT, Shata MT, Shire NJ, Sherman KE. Infezione da virus dell’epatite C acuta: un problema cronico. Hepatology. 2008; 47 (1): 321-31.

[2] Suan MAM, Said SM, Lim PY, et al. Fattori di rischio per l’infezione da epatite C tra pazienti adulti nello stato di Kedah, Malesia: uno studio caso-controllo. PLoS One. 2019; 14 (10): e0224459.

[3] Monaghan A, Forde C, Norris S, Gormley J. Esercizio aerobico e interventi di attività fisica nella gestione delle manifestazioni epatiche dell’epatite cronica C; una revisione sistematica. Congresso internazionale del fegato. 2017.

[4] Yasutake K, Kohjima M, Nakashima M, et al. Terapia nutrizionale per le malattie del fegato in base allo stato dell’assunzione nutrizionale. Ricerca e pratica di gastroenterologia. 2012; 2012: 859.697.

[5] Freedman ND, Everhart JE, Lindsay KL, et al. HEP-09-0485: L’assunzione di caffè è associata a tassi più bassi di progressione della malattia epatica nell’epatite cronica C. Epatologia. 2009; 50 (5): 1360-9.

[6] Refaat B, El-Shemi AG, Ashshi A, Azhar E. Vitamina D ed epatite cronica C: effetti sulla percentuale di successo e prevenzione degli effetti collaterali associati all’interferone pegilato α e ribavirina. Rivista internazionale di medicina clinica e sperimentale. 2015; 8 (7): 10.284-303.

[7] Mollazadeh H, Hosseinzadeh H. L’effetto protettivo di Nigella sativa contro le lesioni al fegato: una revisione. Rivista iraniana di scienze mediche di base. 2014; 17 (12): 958-66.

[8] Fooladi AAI, Hosseini HM, Nourani MR, et al. Probiotico come nuova strategia di trattamento contro le malattie del fegato. Epatite mensile. 2013; 13 (2): e7521.

[9] Centro nazionale per la salute complementare e integrativa. Epatite C e integratori alimentari. 2018. Estratto da www.nccih.nih.gov/health/hepatitis-c-and-dietary-supplements.

[10] Yang Z, Zhuang L, Lu Y, et al. Effetti e tolleranza della silimarina (cardo mariano) nei pazienti con infezione da virus dell’epatite C cronica: una meta-analisi di studi randomizzati controllati. BioMed Research International. 2014; 2014: 941.085.

[11] Golden SE, Miller D, Hansen L, et al. L’esperienza dei veterani con epatite C e agopuntura: studio pilota su metodi misti. Rivista europea di medicina integrativa. 2017; 10: 8-18.

Susanna

Scrittrice e blogger, per lavoro e per passione. #Live, #Love & #Write