Angina: sintomi, cause e fattori di rischio associati

L’angina ha perseguitato una popolazione significativa del mondo in questi giorni. La malattia esiste dai tempi antichi, ma il nostro stile di vita moderno ha accelerato lo sviluppo dell’angina. Succede in tutto il mondo con tassi di mortalità quasi uguali senza una cura.

Cause di angina

L’angina è un forte dolore toracico dovuto al blocco incompleto dei vasi sanguigni che alimentano il cuore. Questo blocco è dovuto ai depositi di colesterolo sulle pareti di questi vasi sanguigni. Il dolore dell’angina ha un esordio improvviso e ha esiti terribili. Una persona dovrebbe essere portata immediatamente al vicino ospedale.

Il dolore all’angina di solito si ripresenta nelle persone che hanno livelli di colesterolo elevati. I livelli di colesterolo dipendono dall’assunzione di cibi ad alto contenuto di colesterolo. Questo colesterolo forma placche sulle pareti dei vasi sanguigni. Quando la placca è più piccola, può causare angina, ma se diventa abbastanza grande da impedire completamente il flusso sanguigno a un muscolo cardiaco, si verifica un infarto. Questo è il motivo per cui è fondamentale fermare la progressione delle dimensioni della placca una volta che si ha l’angina.

Sintomi di angina

Dolore toracico: un forte dolore toracico che non scompare con l’assunzione di antidolorifici. Di solito è centrale. È costante nella gravità e non scompare più presto. Il dolore è agonizzante e la persona si sente impotente. [1,2,4]

Tensione toracica: molte persone si lamentano di qualcosa che si afferra al petto. Hanno una sensazione di costrizione toracica. Puoi sentire che qualcuno ti sta stringendo il cuore dall’interno. La persona metterà le mani sul petto nel tentativo di confortare il dolore. [2]

Dolore alla spalla: il dolore dell’angina può essere sentito anche nella punta della spalla sinistra. Può irradiarsi a tutto il braccio sinistro. Le persone si lamentano anche del dolore al collo. Il più delle volte il dolore è riferito anche alla mascella. Ciò è dovuto al collegamento dei nervi che alimentano queste parti del corpo. [3]

Affanno: le persone che soffrono di angina soffrono di affanno. Non sono in grado di sentirsi sollevati anche se fanno respiri profondi. Quando ciò accade, la persona deve essere portata in ospedale dove gli verrà somministrato ossigeno per alleviare i suoi sintomi. La mancanza di respiro è un sintomo grave e può portare ad un arresto cardiorespiratorio. [4]

Sudorazione: la sudorazione si verifica quando una persona soffre di angina. Si verifica anche quando sei seduto o dormi comodamente perché non è associato all’esercizio. Questi sono sudori freddi che sono abbondanti. La sudorazione cesserà solo dopo il dolore.

Vertigini: l’angina si verifica a causa del blocco di un’arteria che fornisce il muscolo cardiaco. La funzione del cuore può essere compromessa e l’afflusso di sangue al cervello diminuisce. Questo porta a una sensazione di vertigini. [5]

Nausea: La nausea può iniziare in caso di angina. Molte persone lamentano nausea che è una sensazione di malessere e disagio. [5]

Vomito: può verificarsi a causa della nausea. Il vomito può continuare o fermarsi dopo un episodio. Può causare disidratazione se si verifica ancora e ancora.

Stanchezza: potresti sentirti stanco dopo un dolore all’angina. Ciò è dovuto alla tua malattia e alla funzione del cuore che è compromessa. [6]

Si verifica durante l’esercizio: il dolore di solito si verifica dopo un esercizio faticoso o dopo aver salito le scale. È perché il cuore ha bisogno di più sangue quando lavora di più come nell’esercizio o in varie malattie. Poiché il vaso sanguigno non è completamente bloccato, ha fornito il sangue necessario al cuore quando il corpo è a riposo. Quando il cuore inizia a lavorare di più, l’afflusso di sangue diventa insufficiente e si sviluppa il dolore. [7]

Ansia: ti senti ansioso quando il cuore non fornisce sangue ea causa del dolore lancinante. Ciò può peggiorare ulteriormente il dolore perché lo stress colpisce direttamente il cuore per pompare con più forza. Devi alleviare la tua ansia e qualcun altro se è affetto da dolore al petto. [8]

Paura della morte: la maggior parte delle persone è consapevole della propria malattia o conosce i sintomi dell’infarto. Questo potrebbe farli temere di avere un infarto e morire. Ogni dolore al petto non è un infarto.

Pallore: molte persone con dolore all’angina appaiono pallide del solito perché il cuore non pompa abbastanza sangue nei tessuti del corpo. Questo potrebbe invertire in pochi minuti.

Morte improvvisa: a volte, l’angina può portare a infarto o arresto cardiorespiratorio; se la rianimazione cardiopolmonare non viene eseguita, una persona potrebbe non riprendersi e potrebbe verificarsi la morte. [9]

Riferimenti:

[1] American Heart Association, Inc. Angina pectoris (angina stabile). 2015. Estratto da www.heart.org/en/health-topics/heart-attack/angina-chest-pain/angina-pectoris-stable-angina

[2] Aydin F, Aksit E, Yildirim OT, et al. Punteggio del dolore toracico: un approccio nuovo e pratico all’angina pectoris. Uno studio di accuratezza diagnostica. Giornale medico di San Paolo. 2019;37(1).

[3] Kreatsoulas C, Crea-Arsenio M, Shannon HS, et al. Interpretazione dell’angina: sintomi lungo un continuum di genere. Cuore aperto. 2016;3(1):e000376.

[4] Barnett LA, Prior JA, Kadam UT, Jordan KP. Dolore toracico e mancanza di respiro nelle malattie cardiovascolari: uno studio di coorte prospettico nelle cure primarie del Regno Unito. Bmj aperto. 2017;7:e015857.

[5] Newman-Toker DE, Dy FJ, Stanton VA, et al. Quante volte le vertigini dovute a malattie cardiovascolari primarie sono vere vertigini? Una revisione sistematica. Giornale di medicina interna generale. 2008;23(12):2087–94.

[6] Kimble LP, Dunbar SB, Weintraub WS, et al. Cluster di sintomi e qualità della vita correlata alla salute in pazienti con angina cronica stabile. Giornale di infermieristica avanzata. 2011;67(5):1000–11.

[7] Anderson L, Dewhirst AM, He J, et al. Riabilitazione cardiaca basata sull’esercizio per pazienti con angina stabile. Database Cochrane delle revisioni sistematiche. 2017;2017(9):CD012786.

[8] Katerndahl DA. Dolore toracico e sua importanza nei pazienti con disturbo di panico: una revisione aggiornata della letteratura. Il compagno di cure primarie per The Journal of Clinical Psychiatry. 2008;10(5):376–83.

[9] Mehta D, Curwin J, Gomes JA, Fuster V. Morte improvvisa nella malattia coronarica: ischemia acuta rispetto al substrato del miocardio. Circolazione. 1997;96(9):3215-23.

Susanna

Scrittrice e blogger, per lavoro e per passione. #Live, #Love & #Write