Arterite di Takayasu: alcuni sintomi, cause e fattori di rischio

L’arterite di Takayasu è un raro tipo di vasculite, che è un gruppo di disturbi che causano l’infiammazione dei vasi sanguigni. In questa malattia, l’infiammazione danneggia la grande arteria che trasporta il sangue dal cuore al resto del corpo (aorta) e ai suoi rami principali. L’arterite di Takayasu può portare a arterie ristrette o bloccate o pareti arteriose troppo indebolite che possono gonfiarsi (aneurisma) e lacerarsi.

Inoltre, può causare dolore al braccio o al torace, ipertensione e infine ictus o insufficienza cardiaca. Se non hai alcun sintomo, potresti non aver bisogno di cure. Ma la maggior parte delle persone con l’arterite di Takayasu ha bisogno di farmaci per controllare l’infiammazione nelle arterie e prevenire complicazioni. Anche quando qualcuno ha un trattamento, le ricadute sono molto comuni e i suoi sintomi possono andare e venire.

Alcuni sintomi dell’arterite di Takayasu:

I sintomi dell’arterite di Takayasu si verificano spesso in due fasi.

Fase 1:

Quando sei nel primo stadio dell’arterite di Takayasu, è probabile che tu non ti senta bene con:

  • Febbre lieve, talvolta accompagnata da sudorazioni notturne
  • Dolori e dolori muscolari e articolari
  • Perdita di peso involontaria
  • Fatica

Ma non tutte le persone con l’arterite di Takayasu hanno questi primi segni e sintomi. È possibile che l’infiammazione danneggi le arterie per anni prima che ti rendi conto che qualcosa non va.

Fase 2:

Durante la seconda fase dell’arterite di Takayasu, l’infiammazione fa sì che le arterie si restringano a meno sangue e ossigeno e meno nutrienti raggiungano i tuoi organi e tessuti. I segni e i sintomi della fase 2 includono:

  • Troppo pochi globuli rossi (anemia)
  • Diarrea o sangue nelle feci
  • Alta pressione sanguigna
  • Dolore al petto o mancanza di respiro
  • Problemi di memoria o difficoltà di pensiero
  • Mal di testa o cambiamenti visivi
  • Vertigini, vertigini o svenimento
  • Un polso debole, difficoltà a misurare la pressione sanguigna o una differenza di pressione sanguigna tra le braccia
  • Debolezza o dolore agli arti con l’uso

La chiave per un trattamento efficace nella diagnosi precoce dell’arterite di Takayasu. Quindi, se hai qualche sintomo dell’arterite di Takayasu, parla con il tuo medico il prima possibile.

Cause:

Quando qualcuno ha l’arterite di Takayasu, l’aorta e le altre arterie principali, comprese quelle che portano ai reni e alla testa, possono infiammarsi. Con il passare del tempo, l’infiammazione può causare cambiamenti in queste arterie, che includono cicatrici, restringimento e ispessimento. Nessuno sa quale sia la causa esatta dell’infiammazione iniziale nell’arterite di Takayasu. L’arterite di Takayasu è presumibilmente una malattia autoimmune che sta attaccando le tue stesse arterie per errore. Può essere innescato da un virus o da un’altra infezione.

Fattori di rischio:

In primo luogo, le ragazze e le donne di età inferiore ai 40 anni sono colpite dall’arterite di Takayasu. Questo tipo di malattia si sta verificando in tutto il mondo, ma è comune in Asia. In alcuni casi, può essere eseguito in famiglia. Alcuni esperti hanno notato che ci sono alcuni geni associati all’arterite di Takayasu.

Complicazioni:

Quando qualcuno ha l’arterite di Takayasu, i cicli di infiammazione e guarigione nelle arterie possono portare a una o più delle seguenti complicazioni:

Attacco di cuore:

Può accadere a causa della riduzione del flusso sanguigno al cuore.

Indurimento e restringimento dei vasi sanguigni:

Ciò può causare una riduzione del flusso sanguigno a organi e tessuti.

Aneurisma nell’aorta:

Succede quando le pareti dei vasi sanguigni si indeboliscono e si allungano e stanno formando un rigonfiamento che ha il potenziale per rompersi.

Alta pressione sanguigna:

Di solito accade a causa della diminuzione del flusso sanguigno ai reni.

TIA:

TIA è un attacco ischemico transitorio noto anche come ministroke. Serve come segnale di avvertimento perché fornisce sintomi simili a un ictus, ma non causa danni permanenti.

Infiammazione del cuore:

Può interessare il muscolo cardiaco o le valvole cardiache.

Colpo:

Sta accadendo a causa della riduzione o dell’ostruzione del flusso sanguigno nelle arterie che portano al cervello.

Arresto cardiaco:

Sta accadendo a causa dell’ipertensione, dell’infiammazione del cuore, di una valvola aortica che consente al sangue di refluire nel cuore o di una combinazione di questi.

Susanna

Scrittrice e blogger, per lavoro e per passione. #Live, #Love & #Write