Come fermare l’allattamento al seno in 13 semplici passaggi

È stato dimostrato che l’allattamento al seno ha molti benefici per la salute del bambino. Ma, in alcuni casi, una donna non può o non vuole continuare ad allattare. Puoi aiutare il tuo bambino a trasferirsi dal seno al biberon o alla tazza, a seconda dell’età del bambino, prendendolo lentamente e osservandolo per avvertire che lui o lei è pronto a fare questo passo. Alcune donne possono soffrire di disagio fisico quando smettono di allattare fino a quando il loro seno non si adatta e smette di produrre latte.

Molte madri che sono pronte a svezzare i loro bambini oa diminuire la frequenza dell’allattamento al seno potrebbero chiedersi come rendere il processo più facile. Non importa se il tuo bambino ha 3 giorni o 3 anni, probabilmente hai riflettuto molto su questa decisione. Devi interrompere con precisione l’allattamento al seno il più facilmente possibile. Non esiste una formula precisa per determinare quanto tempo ci vorrà per asciugare il tuo latte, ma seguendo alcuni dei suggerimenti e dei consigli casalinghi indicati di seguito, i rimedi possono rendere più facile questo processo.

Ecco alcuni rimedi casalinghi che possono aiutarti a smettere di allattare:

Mettere limiti all’assistenza infermieristica:

Un neonato non capirà perché smetti di allattare, ma un bambino di 18 mesi ti capirà almeno in misura limitata. Dovresti limitare la tua allattamento a una certa sedia o a una certa ora del giorno piuttosto che avere il bar del latte aperto a tutte le ore.

È normale che un bambino più grande esprima rabbia e dolore per aver perso quella che è stata una delle principali fonti di conforto e nutrimento per tutta la sua vita. All’inizio, potrebbe essere più facile per il tuo bambino prendere il biberon da qualcun altro invece che da te, o se è abituato ad allattare prima di andare a dormire, vorrà che qualcun altro lo metta a letto.

Sapere quando fermarsi:

Se non sei pronto, non è necessario interrompere l’allattamento. Inoltre, non continuare con l’allattamento al seno se il tuo bambino ne ha avuto abbastanza. Tuttavia, alcune semplici linee guida possono aiutarti a determinare se vuoi continuare ad allattare il tuo bambino. La pediatria raccomanda che i bambini debbano essere allattati esclusivamente al seno per i loro primi 6 mesi di vita. Puoi introdurre cibi solidi al tuo bambino intorno ai 6 mesi. Dopodiché, l’allattamento al seno può continuare per un anno o per tutto il tempo che la madre e il bambino desiderano continuare.

I bambini di età superiore a un anno utilizzano il latte materno per sostenere il sistema immunitario, come fonte di conforto e come alimento supplementare. In alcuni casi, le madri interrompono l’allattamento al seno per paura che il bambino non riceva abbastanza latte, a causa della pressione sociale, dell’ingorgo mammario o del dolore. Le donne che vogliono continuare ad allattare, ma sono preoccupate per questi problemi dovrebbero parlare con i loro medici.

Indossa un reggiseno di supporto:

Questo reggiseno non farà pressione sul seno e non lo taglierà.

Cambia posizioni:

Un bambino allattato al seno inizierà automaticamente a radicare e cercare il seno quando lo tieni in posizione di allattamento e lui annuserà il tuo latte. Dovresti tenere il tuo bambino in diverse posizioni per l’alimentazione quando passi al biberon. Puoi tenerlo in ginocchio con la testa di fronte a te all’inizio o tenerlo in una posizione più eretta. Non dovresti appoggiare il biberon, perché il tuo bambino ha ancora bisogno della vicinanza che ha avuto durante l’allattamento. Dovresti fare molte coccole al tuo bambino dopo averlo nutrito.

Garantire un’alimentazione adeguata:

Le donne che svezzano i bambini di età inferiore a 1 anno devono sostituire il latte materno con latte artificiale o latte materno donato. I bambini di età superiore ai sei mesi hanno ancora bisogno di latte artificiale o di donatore, ma possono anche passare a cibi solidi adatti all’età. I bambini di età inferiore a 1 anno non dovrebbero mai ricevere latte di soia, latte di mucca o altri prodotti simili. I bambini che mangiano cibi solidi hanno bisogno di ferro, proteine ​​e altri nutrienti.

Se sei preoccupato, puoi consultare un pediatra sul giusto equilibrio di nutrienti e sull’apporto calorico giornaliero ideale. Alcuni bambini potrebbero aver bisogno di un multivitaminico o di un altro integratore, soprattutto se non assumono abbastanza vitamina D o ferro.

Svezzamento notturno:

La maggior parte dei bambini si nutre meno spesso durante la notte quando hanno un’età compresa tra 6 mesi e 1 anno. Questo processo è noto come svezzamento notturno e può aiutare le madri a riposarsi. Ciò può significare che una donna può sostenere l’allattamento al seno più a lungo perché un minor numero di poppate notturne può aiutare le madri ad allattare comodamente durante il giorno.

Prova diversi capezzoli:

Si nota che tutti i sistemi di biberon hanno capezzoli leggermente diversi. Se il tuo bambino prende un ciuccio, allora sai che non tutti i capezzoli lo faranno, perché il tuo bambino ha una preferenza. Alcuni bambini staranno meglio con un capezzolo di forma completamente diversa, mentre altri staranno meglio con un capezzolo che imita la forma del seno. Dovresti comprare solo uno o due biberon diversi piuttosto che un intero set per iniziare fino a capire quale forma preferisce il tuo bambino.

Elimina i fattori di stress:

Alcuni bambini si svezzeranno facilmente, mentre altri protestano. Quando pianifichi una transizione difficile, questo può aiutare il processo di svezzamento a essere più facile. Inoltre, andare piano può aiutare a prevenire lo stress per la madre e il bambino. Le donne possono scegliere un momento in cui non ci sono altri fattori di stress significativi, come una vacanza in sospeso o una scadenza al lavoro. Se è possibile, dovresti passare più tempo con il tuo bambino.

Questo è utile perché i bambini a volte sono ansiosi o appiccicosi durante lo svezzamento. I genitori dovrebbero sapere che il processo di svezzamento richiede alcune settimane. Se il tuo bambino ha bisogno di essere svezzato entro una data particolare, è una buona idea iniziare il processo in anticipo.

Asciugare il latte:

Non è facile chiudere il rubinetto in breve tempo se hai già stabilito una buona scorta di latte. Se hai tempo, eliminare una poppata al giorno può ridurre la produzione di latte. L’allattamento al seno è il sistema originale della domanda e dell’offerta. Ma se hai bisogno di smettere di allattare rapidamente, allora devi essere preparato a qualche disagio. Dovresti applicare impacchi di ghiaccio sul seno dolorante ed esprimere solo quanto necessario per ottenere sollievo dal disagio.

Non dovresti usare leganti, perché ciò può causare l’ostruzione dei condotti. Invece, puoi indossare un buon reggiseno di supporto. Inoltre, le foglie di cavolo possono aiutare e applicarle direttamente sul seno.

Usa una pompa:

L’allattamento al seno è in funzione della domanda e dell’offerta. Quando una donna pompa regolarmente o un bambino beve più latte, il suo corpo produrrà più latte. Poiché il bambino mangia di meno, la fornitura di latte materno della donna tende a diminuire.

Introduci cibo:

Dovresti iniziare lentamente ad arrivare al punto in cui il cibo è la principale fonte di nutrimento. L’apparato digerente del tuo bambino è ancora in fase di sviluppo. Il tuo bambino avrà bisogno di latte materno o artificiale fino a quando non avrà circa 12 mesi. Quando il tuo bambino ha quattro mesi, devi iniziare con i cereali per bambini e passare al cibo da tavola. Se hai sempre allattato al seno il tuo bambino, quando introduci il cibo al tuo bambino, dovresti estrarre un po’ di latte materno e mescolarlo in un cereale per bambini a chicco singolo.

Questo renderà il cibo più appetitoso e più facile da masticare per il tuo bambino. Dovresti introdurre il cibo al tuo bambino intorno ai sei mesi. Puoi introdurre carni, verdure e purea di frutta quando hai tra i quattro e gli otto mesi. Quando il tuo bambino ha un’età compresa tra 9 e 12 mesi, puoi offrirgli stuzzichini non frullati, come carne macinata, biscotti per la dentizione e riso.

Consola il tuo bambino:

Devi tenere a mente che il tuo bambino potrebbe avere qualche difficoltà ad adattarsi al cambiamento. Il bambino perde il seno della madre, ma perderà anche il tempo di conforto con il suo bambino. Devi trovare modi alternativi per confortare e rassicurare il tuo bambino che non coinvolgano il tuo seno. Dovresti passare più tempo uno contro uno con il tuo bambino.

Devi evitare gli stimolanti, come le comunicazioni, le app del telefono e la TV, la lettura e tutto ciò che può dividere la tua attenzione. Dovresti aggiungere ulteriori coccole alla tua routine, così non ti dimenticherai di farlo e in questo modo puoi avere un periodo di tempo specifico per ignorare il tuo telefono.

Sii paziente con il tuo bambino:

Il tuo bambino può essere pignolo e irritabile durante il processo di svezzamento perché sta reagendo al cambiamento. Ma dovresti ricordare che questo tempo passerà e il tuo bambino passerà a un altro capitolo della tua vita prima che tu te ne accorga. È molto importante essere pazienti mentre sia tu che il tuo bambino fate questa importante transizione. Dovresti giocare con il tuo bambino perché questo è il suo metodo più importante per imparare, sperimentare e comunicare.

Susanna

Scrittrice e blogger, per lavoro e per passione. #Live, #Love & #Write