Intossicazione alimentare: sintomi, cause e complicanze

L’intossicazione alimentare è anche conosciuta come malattia di origine alimentare. Questa è una malattia causata dal consumo di cibo contaminato. Le cause più comuni di questa condizione sono organismi infettivi come parassiti, virus e batteri. Ma anche le loro tossine sono causa di questa condizione. Gli organismi infettivi o le loro tossine possono contaminare gli alimenti in qualsiasi momento della loro produzione o lavorazione. La contaminazione può verificarsi anche a casa tua se il cibo non viene cotto o maneggiato correttamente. I sintomi di questa condizione possono iniziare entro poche ore dal consumo di cibo contaminato e spesso includono diarrea, vomito o nausea. Nella maggior parte dei casi questa condizione è lieve e si risolve senza trattamento. Ma ci sono anche alcune persone che hanno bisogno di andare in ospedale e ricevere cure mediche. [1]

Sintomi di intossicazione alimentare

I sintomi di questa condizione variano a seconda della fonte della contaminazione. La maggior parte dei tipi di intossicazione alimentare può causare uno o più dei seguenti segni e sintomi:

  • Febbre
  • Dolore addominale
  • Diarrea acquosa
  • Vomito
  • Nausea

I segni e i sintomi dell’intossicazione alimentare possono iniziare entro poche ore dal consumo del cibo contaminato, ma possono anche iniziare giorni o addirittura settimane dopo. La malattia causata da questa condizione dura generalmente da poche ore a diversi giorni. Se soffri di diarrea per più di 3 giorni, hai sangue nel vomito o nelle feci o hai frequenti episodi di vomito e incapacità di trattenere i liquidi, dovresti visitare il medico il prima possibile. Sintomi neurologici come formicolio alle braccia, debolezza muscolare e visione offuscata sono segni che devi parlare con il tuo medico. Se hai segni o sintomi di disidratazione come vertigini, vertigini, grave debolezza, minzione scarsa o assente, secchezza delle fauci e sete eccessiva, chiedi assistenza medica il prima possibile. Se hai una temperatura orale superiore a 38,6 C (101,5 F) o soffri di dolore intenso o forti crampi addominali, devi parlare con il tuo medico il prima possibile.

Cause: la contaminazione del cibo può verificarsi in qualsiasi momento della sua produzione, compresa la preparazione, la spedizione, la conservazione, la lavorazione, la raccolta e la coltivazione. La contaminazione incrociata è spesso la causa di questa condizione. La contaminazione incrociata è un processo in cui si verifica il trasferimento di organismi nocivi da una superficie all’altra. [2] Ciò causa problemi soprattutto per gli alimenti crudi e pronti da mangiare, come insalate e altri prodotti simili. Questi alimenti non vengono cotti e gli organismi nocivi non vengono distrutti prima del consumo e ciò può portare ad intossicazioni alimentari. Molti agenti parassitari, virali o batterici possono causare intossicazioni alimentari.

Fattori di rischio per intossicazione alimentare

Ecco alcuni fattori di rischio che aumentano il rischio di intossicazione alimentare:

  • Neonati e bambini piccoli: in questo gruppo di persone il rischio di intossicazione alimentare è elevato perché il loro sistema immunitario non è completamente sviluppato. [3]
  • Donne incinte: sappiamo che durante la gravidanza si verificano cambiamenti nella circolazione e nel metabolismo e questo è un motivo per cui aumentano le possibilità di intossicazione alimentare. Durante la gravidanza, la tua reazione potrebbe essere più grave. Inoltre ci sono gli stessi rari casi in cui i bambini possono ammalarsi. [4]
  • Persone con malattie croniche: le persone che hanno una condizione cronica come l’AIDS, malattie del fegato o diabete o le persone che ricevono radioterapia o chemioterapia per il cancro hanno maggiori probabilità di contrarre un’intossicazione alimentare perché le malattie e le terapie croniche stanno riducendo la loro risposta immunitaria. [5]
  • Anziani: sappiamo che quando invecchiamo, il nostro sistema immunitario potrebbe non rispondere così rapidamente ed efficacemente agli organismi infettivi come quando eravamo più giovani. [6]

Complicazioni: la disidratazione è la complicanza grave più comune dell’intossicazione alimentare . Se sei adulto e sano, dovresti bere molta acqua per sostituire i liquidi persi a causa di diarrea e vomito. Le persone con un sistema immunitario soppresso o con malattie croniche, gli anziani e i neonati possono diventare gravemente disidratati quando perdono più liquidi di quelli che possono sostituire. Esistono alcuni tipi di intossicazioni alimentari che presentano complicazioni potenzialmente gravi per alcune persone e includono (a) Escherichia coli e (b) Listeria monocytogenes.

Contenuti correlati: Trattamento delle intossicazioni alimentari

Riferimenti:

[1] Mohd Yusof AM, Rahman NAA, Haque M. Conoscenza, attitudine e pratica verso l’intossicazione alimentare tra gli operatori alimentari e gli studenti dietetici in un’università pubblica in Malesia. Giornale di farmacia e scienze bioalleate. 2018;10(4):232–9.

[2] Gorman R, Bloomfield SF, Adley C. Uno studio sulla contaminazione incrociata di agenti patogeni di origine alimentare nella cucina domestica nella Repubblica d’Irlanda. Giornale internazionale di microbiologia alimentare. 2002;76(1-2):143-50

[3] Okoronkwo CU. Intossicazioni alimentari del gruppo infantile,
punto di vista microbiologico. Giornale di alimentazione, nutrizione e salute della popolazione. 2020;4(18).

[4] Tam C, Erebara A, Einarson A. Malattie di origine alimentare durante la gravidanza: prevenzione e trattamento. Medico di famiglia canadese. 2010;56(4):341–3.

[5] Università della California – Davis – Sistema sanitario. Come l’HIV trasforma l’intossicazione alimentare in un’infezione letale. Scienza quotidiana. 2008. Estratto da www.sciencedaily.com/releases/2008/03/080324090558

[6] Anderson AL, Verrill LA, Sahyoun NR. Percezioni e pratiche di sicurezza alimentare degli anziani. Rapporti sulla sanità pubblica. 2011;126(2):220–7.

Informazioni su Susanna 1460 articoli
Scrittrice e blogger, per lavoro e per passione. #Live, #Love & #Write