Policitemia vera: sintomi, cause, fattori di rischio e complicanze

Policitemia vera

La policitemia vera è un tumore del sangue a crescita lenta in cui il midollo osseo produce troppi globuli rossi. Queste cellule in eccesso addensano il sangue e rallentano il flusso. Inoltre, possono causare complicazioni, come coaguli di sangue, che possono portare a un ictus o un infarto. La policitemia vera non è una condizione molto comune. Di solito, la policitemia vera si sviluppa lentamente e potresti averla per anni senza saperlo. Spesso, questa condizione viene rilevata durante un esame del sangue eseguito per un altro motivo.

Se la policitemia vera non viene trattata, può essere una condizione pericolosa per la vita. La corretta assistenza medica può aiutare ad alleviare segni, sintomi e complicanze di questa malattia. Ci sono alcuni casi in cui, col passare del tempo, le persone hanno il rischio di progredire verso tumori del sangue più gravi, come leucemia acuta o mielofibrosi.

Policitemia vera – Sintomi

Ci sono molte persone con policitemia vera che non hanno segni e sintomi. Altre persone possono avere alcuni dei seguenti segni e sintomi:

Perdita di peso inspiegabile

febbri

Puoi avere una sensazione di pienezza o gonfiore nell’addome superiore sinistro a causa di una milza ingrossata

Intorpidimento, senso di oppressione, bruciore o debolezza a mani, piedi, braccia o gambe

Fiato corto

Puoi avere un gonfiore doloroso di un’articolazione, spesso l’alluce

Sudorazione eccessiva

Visione offuscata

Fatica

Debolezza

Sanguinamento o lividi, di solito lievi

Vertigini

Mal di testa

Prurito, soprattutto dopo un bagno o una doccia caldi

Se hai uno qualsiasi dei segni e sintomi menzionati della policitemia vera, dovresti visitare il tuo medico il prima possibile. Il medico effettuerà una storia medica dettagliata ed eseguirà un esame fisico. Dovresti sempre parlare con il tuo medico del miglior trattamento per te in modo da non avere effetti collaterali da alcuni farmaci.

Le cause

La policitemia vera è uno dei gruppi di tumori del sangue che è noto come neoplasie mieloproliferative. Succede quando una mutazione in un gene sta causando un problema con la produzione di cellule del sangue. In circostanze normali, il corpo regola ciascuno dei tre tipi di cellule del sangue che abbiamo: globuli rossi, globuli bianchi e piastrine. Quando qualcuno ha la policitemia vera, il domani osseo produce troppe cellule del sangue. La mutazione sta insegnando alla policitemia vera a influenzare un interruttore proteico che dice alle cellule di crescere. Questa mutazione sta avvenendo nella proteina Janus chinase 2 (JAK2). La maggior parte delle persone che hanno la policitemia vera hanno questa mutazione. La causa di questa mutazione non è nota ma generalmente non è ereditata.

Fattori di rischio

È noto che la policitemia vera può verificarsi a qualsiasi età, ma è più comune negli adulti di età superiore ai 60 anni.

complicazioni

Ecco alcune possibili complicazioni della policitemia vera:

Problemi dovuti ad alti livelli di globuli rossi: se hai troppi globuli rossi, questo può portare a una serie di altre complicazioni, tra cui piaghe aperte nella mucosa dello stomaco, dell’intestino tenue superiore o dell’esofago (ulcere peptiche) e infiammazione delle articolazioni (gotta).

Milza ingrandita (splenomegalia): è noto che la milza aiuta il corpo a combattere le infezioni e a filtrare il materiale indesiderato, come le cellule del sangue vecchie o danneggiate. L’aumento del numero di cellule del sangue causate dalla policitemia vera rende la milza più dura del normale, causando un allargamento.

Coaguli di sangue: diminuzione del flusso sanguigno e aumento dello spessore del sangue, nonché anomalie nelle piastrine, possono aumentare il rischio di coaguli di sangue. È noto che i coaguli di sangue possono causare un infarto, un ictus o un blocco in una vena in profondità all’interno di un muscolo (trombosi venosa profonda) o un blocco di un’arteria nei polmoni (embolia polmonare).

Altri disturbi del sangue: ci sono rari casi in cui la policitemia vera può portare ad altre malattie del sangue, come il cancro del sangue e del midollo osseo (leucemia acuta), una condizione in cui le cellule staminali non maturano o funzionano correttamente (sindrome mielodisplastica) o un disturbo progressivo in cui il midollo osseo viene sostituito con tessuto cicatriziale (mielofibrosi).

Susanna

Scrittrice e blogger, per lavoro e per passione. #Live, #Love & #Write