Per eliminare la cellulite è fondamentale avere un piano alimentare sano da seguire e scegliere alimenti che, oltre a prevenire e curare la ritenzione idrica, siano in grado di regolare i picchi di glicemia. Questi ultimi corrispondono all’incremento eccessivo dei livelli di zuccheri nel sangue che, solitamente, si verifica qualche ora dopo aver mangiato. Questi picchi vengono controllati dall’insulina che, oltre a fare il suo lavoro, si occupa di “nutrire” le cellule adipose sia di glucosio che di grassi, incrementando così anche l’effetto buccia d’arancia. Per questo motivo, evitando elevati livelli di glicemia è anche possibile ridurre la cellulite. In questo caso, il ginseng ci viene in aiuto… Scopriamo come.

Esistono diversi tipi di ginseng, ma i due che si dovrebbero usare per la perdita di peso e la riduzione della cellulite sono il ginseng americano (Panax Quinquefolius) e il ginseng asiatico o coreano (Panax Ginseng). Sono entrambi riconosciuti come validi stimolanti, in quanto sono capaci di accelerare il metabolismo lento. Tuttavia, sono anche ottimi per combattere la stanchezza e ricaricarci di energia, nonché per migliorare la concentrazione. In sostanza, si rivelano utili non solo per velocizzare la sintetizzazione degli alimenti, ma anche per darci la giusta forza per fare i nostri esercizi tonificanti quotidiani. Uno studio ha dimostrato che il ginseng è in grado addirittura di contrastare anche la stanchezza paralizzante causata dalla chemioterapia!

Perciò, è certamente un valido alleato quando si decide di perdere peso, e soprattutto quando ci manca l’energia per l’attività fisica (senza esercizio, è quasi impossibile perdere peso in modo sano). Ad ogni modo, oltre ad aumentare l’energia e stimolare il metabolismo, ci sono prove sperimentali che suggeriscono che il ginseng può aiutare a gestire lo zucchero nel sangue, permettendoci di conseguenza di controllare i livelli di insulina, l’accumulo di grassi, la cellulite e anche di ridurre l’appetito. Ma come possiamo usufruire al massimo di questa potente radice?

Avrai bisogno di…

  • 1 Cucchiaino di ginseng americano o coreano tritato
  • 1 Tazza di acqua
  • Miele biologico (opzionale)
  • Limone (opzionale)

Indicazioni

Trita grossolanamente il ginseng e misura 1 cucchiaino per ogni tazza di acqua (nel caso tu volessi prepararne di più). Porta l’acqua ad ebollizione e poi versaci il ginseng. Lascia in infusione per 5-9 minuti. Filtra e, se lo desideri, aggiungi un po’ di miele o limone. Bevi questo infuso per 1-2 volte al giorno. In alternativa, puoi avvalerti di un valido integratore a base di ginseng (scopri di più qui).