Cellulite: cos’è?

La cellulite è un inestetismo della pelle dovuto ad un accumulo e aumento di volume delle cellule adiposi nei tessuti: si tratta quindi in sostanza di accumulo di grasso corporeo in alcune zone ben precise del corpo: cosce, fianchi e glutei.

Cellulite: cosa non è?

La cellulite non è una malattia che può provocare danni all’organismo. E’ un problema estetico, ma non è una disfunzione degenerativa dell’organismo. Va quindi inquadrato in quest’ottica il problema per procedere alla sua soluzione.

Cellulite: come combatterla?

L’inestetismo della cellulite è legato a doppio filo alla produzione di estrogeni, ormoni femminili, che, favorendo la ritenzione di liquidi, fanno aumentare di volume le cellule fino alla rottura dell’ipoderma, ovvero il tessuto adiposo sottocutaneo, provocando l’effetto buccia d’arancia.

Identificato quindi il problema, va trovato un rimedio contro la causa principale della cellulite: la ritenzione idrica.

Può sembrare paradossale ma la ritenzione idrica non si combatte riducendo la quantità di acqua che viene assunta durante il giorno, ma con il comportamento esattamente opposto: con il bere molto e di frequente. Nell’arco di una giornata vanno assunti almeno 2 litri di acqua.

Per la cattiva circolazione, altro elemento causa della cellulite sono invece due le strategie che vanno adottate: non indossare capi che comprimono troppo il corpo, ostacolando la circolazione e fare movimento durante la giornata.

Mentre il primo obiettivo è facilmente perseguibile perché consiste semplicemente nello scegliere diversamente i capi da indossare, il secondo si scontra con la variabile tempo. Eppure proprio questo secondo rimedio consente sia di migliorare la circolazione sanguigna sia perseguire la riduzione del livello adiposo che è concausa del problema della cellulite.

Il comportamento perfetto sarebbe quello di fare 30 minuti di attività fisica al giorno oppure fare sport almeno tre volte alla settimana.

L’alimentazione invece non ha bisogno di particolari accorgimenti oltre quelli che si devono seguire per favorire una buona salute: mangiare in modo sano e in quantità corretta limitando il più possibile i “vizi”: caffè, fumo e alcool.